LA NOSTRA STORIA

La nostra storia è fondata su tre generazioni di entusiasmo e passione verso il mondo del verde.
L’azienda viene fondata nei primi anni sessanta dai miei nonni, sulle alture di Bordighera, in quella che era chiamata “Piana Moreno”, tuttora sede aziendale; vi erano ancora tracce dell’oliveto del famoso Giardino Moreno! Le iniziali coltivazioni in pien’aria di carciofi, tutt’al più protetti da stuoie di paglia tutte le sere in cui vi fosse pericolo di gelo, vennero ben presto sostituite dalla ben più remunerativa produzione del garofano rifiorente, nelle sue numerose specie, coltivato sotto serre mobili fatte in pali di castagno e vetrine, che furono utilizzate per decenni.

Il garofano, era in quegli anni il fiore più importante per la coltivazione rivierasca, e con l’entrata in azienda dei miei genitori, si affiancò alla sola produzione, anche una discreta attività di ibridazione che culminò con la creazione di un garofano di notevole successo, registrato con il nome di Fulvio e commercializzato in società con Stefano Asseretto, esponente di una storica famiglia sanremese pioniere della floricoltura.

All’inizio degli anni ’70, si passa dalla produzione di soli garofani ad una intensa coltivazione di rose, ed anche le strutture vennero gradualmente ammodernate, sostituendo le vetrine con strutture fisse, dapprima serre in legno con coperture in vetro, costruite artigianalmente con manodopera aziendale, e poi dalle più robuste serre in metallo e vetro.

Le molte varietà di rose coltivate (Baccarat, Omega, Sonia, Muria, Lara, Mabel, Bingo ed altre ancora), venivano commercializzate sul Mercato dei Fiori di Sanremo. Erano i tempi in cui si partiva con le ceste sul furgone e non si faceva neanche in tempo a parcheggiare nei pressi del mercato, che il mezzo veniva circondato dai commercianti che quasi supplicavano di lasciare loro qualche mazzo da parte prima che venisse commercializzato sulla piazza di contrattazione, senza neanche discutere il prezzo. Altri tempi!!

Nella seconda metà degli anni ottanta, quando anch’io iniziai la mia attività all’interno dell’azienda, dopo avere conseguito il diploma di agrotecnico all’Istituto Aicardi di Sanremo, la coltivazione delle rose in Riviera, mostrava i primi segni di crisi. Il più veloce ricambio varietale richiesto dal mercato, la situazione di forte concorrenza proveniente dall’estero, consigliavano sempre più spesso nella rosa la adozione della tecnica del “fuori-suolo”, che permetteva di accelerare i ritmi di crescita, di diminuire i tempi improduttivi necessari per la formazione della pianta, riuscendo ad ottenere un'offerta che coprisse il maggior arco di tempo possibile, diminuendo in questo modo i rischi delle fluttuazioni di prezzo sui mercati. Di contro, servivano grossi investimenti per convertire la coltura tradizionale in coltura “fuori-suolo”, che in una situazione comunque di forte declino del mercato locale, ponevano seri dubbi sulla bontà di quella scelta.

Fu così che mio padre ebbe l’intuizione di provare a svoltare cambiando completamente genere. L’esperienza positiva di alcune aziende importanti della zona e il fatto di poter contare sull’appoggio di una sorella emigrata in Australia, gli diede l’input per provare ad importare la prima partita di semi di kentia che arrivarono via nave. Era il 1983, e da quell’anno, ogni anno intorno a marzo-aprile, le spedizioni dei semi avvengono regolarmente con quantità via via aumentate sino agli attuali ordini di 150.000 semi all’anno (fortunatamente, dopo i primissimi anni, le spedizioni avvengono via aerea, rendendo il viaggio più breve e forse l’incremento della percentuale di germinazione ottenuta è dovuta anche a questo fatto).
Fu grazie all’”Esposizione di fiori e piante da esportazione”, che si svolgeva annualmente a Vallecrosia, Mostra all’epoca molto frequentata dagli operatori del Nord Italia e della vicina Costa Azzurra, che prendemmo i contatti con i primi clienti, alcuni dei quali rimasti fedeli ancora oggi.

Attualmente, pur rimanendo la kentia, in assoluto, la nostra coltura principale, stiamo cercando di diversificare introducendo in coltivazione alternative di prodotto rivolgendoci ad una clientela interessata alle produzioni di qualità ed a prodotti più di nicchia. Inoltre ci mettiamo a disposizione per offrire dei servizi che vanno dall’affitto delle piante per manifestazioni, meeting e riunioni, alla progettazione e realizzazione di spazi verdi interni pubblici e privati, e quant’altro.

Foto storiche

gallerystoriagallerystoriagallerystoriagallerystoriagallerystoriagallerystoriagallerystoria